Giacomo Luridiana ci racconta il suo nuovo singolo “La Stagione”

Dal 3 dicembre è disponibile in rotazione radiofonica “LA STAGIONE”, nuovo brano di GIACOMO LURIDIANA presente su tutte le piattaforme di streaming dal 30 novembre.

LA STAGIONE” è una canzone che parla dell’inevitabile successione dei periodi, così nel mondo esterno come nel nostro universo interiore. Con questo nuovo pezzo, GIACOMO LURIDIANA riflette su come a volte sia impossibile evitare di esperire certe sensazioni, perché emozioni, sentimenti e relazioni hanno una vita e una morte proprio come le persone.

Dice, infatti, l’artista: «In autunno le foglie stanno per morire, e proprio per questo si vogliono prendere la scena con i loro colori accesi un’ultima volta prima di doversene andare».

Ecco cosa ci ha raccontato di più!

– Di cosa parla il tuo nuovo singolo “La Stagione”?

Di come il succedersi di stagioni nel mondo esterno e nel nostro mondo interiore sia inevitabile. Sentimenti, umori ed emozioni spesso si comportano come se non fossero nostri, come stagioni che vanno e vengono senza essere invitate e ci usano come delle specie di parcheggi per il lasso di tempo in cui si fermano prima di andarsene senza che possiamo farci niente.

– E’ un caso che questo brano, che parla anche di fine e di inizi, sia stato pubblicato a dicembre? 

No, mi sembrava il periodo più adatto per pubblicarlo. In realtà sarebbe dovuto uscire attorno alla metà di novembre, ma poi per varie questioni l’ho posticipato e penso che a livello di tempistiche sia stata una fortuna.

– Che feedback hai ricevuto sinora sul tuo progetto? 

Abbastanza positivo, ne sono molto felice. Ovviamente non a tutti piace la mia musica ed è giusto così, ma nel complesso sto ricevendo tante soddisfazioni.

– Quali sono i tuoi interessi al di là della musica? 

Mi piace molto mixare musica e colonne sonore, mi affascina l’universo della registrazione, specialmente la registrazione di ambienti sonori come piazze, tunnel, boschi ecc. Sono molto tifoso dell’Inter e mi piace cucinare, anche se sono un cuoco parecchio improvvisato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here