Francesca Raffagnino (in arte Francie) intervista in esclusiva scopriamo chi è

Diamo il benvenuto a Francesca Raffagnino (in arte Francie) su musicisti emergenti.

Sono nata a Siena il 2 aprile 1996.

Iniziamo subito con le domande.

Parlaci un pò di te. Quando hai iniziato a fare musica?

Ho cominciato a prendere le mie prime lezioni di canto e chitarra a quattordici anni. Nel 2015 ho iniziato a comporre le mie prime canzoni, di cui scrivo sia la musica che il testo (in italiano o in inglese). Il 7 luglio uscirà il mio primo progetto musicale “The Waste Land”, un EP autoprodotto di quattro brani originali.

Quali argomenti tratti nei tuoi testi?

Nella scrittura di questo mio primo lavoro il mio intento è stato quello di focalizzarmi su un unico tema, che unisse tutte e quattro le tracce, e di analizzarlo da ogni punto di vista. Il concetto che ho voluto affrontare è quello della desolazione dell’uomo moderno, solo e smarrito in un paesaggio inquinato e senza vita. Ad ispirarmi è stata in parte la lettura di “The Waste Land” di T. S. Eliot, un’opera che analizza in maniera illuminante i difetti della società contemporanea.

Quanto tempo occupa la musica nella tua vita?

La musica occupa molto tempo nella mia vita perché è necessario un impegno e una dedizione costante per migliorare nella composizione e nella tecnica vocale. Oltretutto, essendo un’artista indipendente, gestisco da sola un sacco di aspetti di questo immenso mondo che è quello musicale: al momento con l’uscita dell’EP mi occupo personalmente della pubblicità, della cura grafica delle immagini promozionali e della vendita del prodotto. Trovo che questa sia comunque un’esperienza edificante perché ho avuto l’occasione di imparare alcune nozioni di personal branding, che possono tornare sempre utili. Parallelamente alla musica studio lettere moderne all’Università di Siena. Ritengo che la letteratura, l’arte, la cultura in generale, siano una grandissima fonte di ispirazione per i miei testi; gli studi letterari e filosofici sono importantissimi per costruirsi un’opinione solida e personale sulle cose. Per questo motivo non considero musica e università come due ambiti separati, ma come due elementi che vanno di pari passo e si completano a vicenda.

Raccontaci il ricordo più bello della tua carriera

Lo scorso 14 febbraio, grazie all’associazione Scrittori Senesi, ho avuto l’opportunità di cantare i miei brani nella Sala del Mappamondo nel Palazzo Pubblico di Siena, la città in cui sono nata. Ricordo che da piccola andavo spesso in gita con la scuola a visitare il Museo Civico e ad ammirare le bellissime opere d’arte custodite al suo interno, ma mai mi sarei immaginata di potermi esibire lì un giorno, in quell’ambiente così ricco di storia. Ero molto, molto, molto emozionata.

Che rapporto hai con i social network? Come possono rimanere in contatto i tuoi fan con te?

Penso che siano un mezzo utilissimo per far conoscere la propria musica. Grazie ai social network è possibile entrare in contatto con persone provenienti da tutto il mondo, ottenere dei feedback sulla tua musica e conoscere musicisti, registi, fotografi, artisti per attivare delle collaborazioni.

Progetti per il futuro?

Il mio obiettivo è quello di continuare ad esercitarmi nella scrittura di canzoni, ricercare uno stile personale e far ascoltare la mia musica il più possibile suonando ed esibendomi live.

Ecco come contattare Francesca Raffagnino (in arte Francie)

Sito web ufficiale: https://franciemusic.wordpress.com/
Email ufficiale: franciemusic@gmail.com
Facebook: https://www.facebook.com/franciemusic/
Twitter: https://twitter.com/frances_twit?lang=it
Instagram: https://www.instagram.com/franciemusic/

Ringraziamo Francesca Raffagnino (in arte Francie) per l’intervista.

Guarda la Classifica dei Musicisti Emergernti

CONDIVIDI

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here