La cantautrice romana Elex è tornata con “Anime Perdute”!

Da oggi è disponibile su tutte le piattaforme digitali il secondo brano di Elex, intitolato Anime Perdute e distribuito da Island Records / Universal Music Italia.

Un ritorno per la cantautrice romana del roster di Pezzi Dischi che, dopo il primo singolo Anestetici, desidera mantenere l’attenzione su di lei anche grazie a una co-produzione di Jacopo Antonini e Millet.

Anime Perdute è il secondo pezzo che ho scritto in italiano ed è nato un paio d’anni fa. La figura principale che emerge è quella delle cicatrici, che rappresentano la conseguenza dei disagi di cui parlo nelle strofe. Le anime perdute sono una massa informe di persone maledette, disperse come sabbia al  vento, a cui appartengo. Ho scritto questo brano perché volevo tirar fuori un mio malessere interiore che ho riconosciuto anche in molte persone intorno a me. Noi siamo angeli caduti, fragilità che vengono lasciate indietro da tutti, e quindi vaghiamo senza volto costantemente alla ricerca di qualcosa che ci provochi sollievo da questo male di vivere.”

Un testo più scanzonato, rispetto al primo, che cerca di rendere più leggeri argomenti di cui si tende a parlare poco in pubblico, come i traumi conseguenti a determinati eventi che accadono nelle nostre vite. 

Questa volta Elex gioca molto di più con la sua voce, amalgamandosi perfettamente con il tappeto strumentale di Jacopo Antonini e Millet, che l’assecondano con il pianoforte e altrettanti cambi musicali. Anime Perdute è stato mixato e masterizzato da Jacopo Antonini.

BIO

Eleonora, in arte Elex, è nata nel 2003 e ha scoperto la musica da bambina grazie a suo padre, crescendo accompagnata da una grande varietà di artisti dello scorso secolo come i Bee Gees, Bob Marley, gli Scorpions, i Queen e gli Abba. 

Solo al liceo ha scoperto la musica contemporanea italiana, che è diventata fonte d’ispirazione per le sue canzoni. È un’anima razionale, creativa, romantica e cinica, per questo vive i suoi anni intensamente con una profonda introspezione, spesso identificata con i ragazzi della sua età. 

Il suo grande desiderio di conoscere, scoprire e sperimentare è una pulsione che si è tramutata ben presto anche in uno sconfinato amore per l’arte e per la musica, che insieme sono diventate una vera e propria via di fuga, un mezzo d’espressione e un balsamo da spalmare sul cuore.

Dopo il primo singolo Anestetici, da oggi è disponibile su tutte le piattaforme il suo secondo brano intitolato Anime Perdute


Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *