Cornamuse e percussioni in un concentrato tra neofolk, medievale e celtica: il nuovo EP Riuros

E’ finalmente disponibile in tutti i servizi di streaming digitali (YouTube Music, Spotify, Amazon Music, Deezer e tanti altri) il primo EP targato Riuros: un viaggio tra ritmi irrefrenabili, picchi contemporanei e suoni antichi.

Spotify
https://sptfy.com/6JIJ

YouTube Music
https://youtube.com/playlist?list=PLDkxp5GT_Uz1HRXiCE4t_hxw8PIV_pZ0z

“Lo puoi sentire nell’aria, il richiamo di questa atmosfera che dal passato chiede di tornare. Energia. Riuros.”
Questo il biglietto di presentazione dell’attuale duo composto da cornamusa e percussioni che dopo anni di esperienza dal vivo, hanno deciso di lavorare finalmente al loro primo EP composto da 5 brani con un tratto particolare: tutto l’EP è interamente registrato esclusivamente con il puro suono della cornamusa e delle percussioni nella loro espressione massima, senza l’ausilio di basi elettroniche, atmosfere o sostegni sonori che oggi qualsiasi recording studio o home recording potrebbe facilmente dare in supporto, ma con una massima attenzione al suono in grado di evocare atmosfere affascinanti e un’alchimia unica.

L’Album è stato interamente prodotto da Marco Moriello riuscendo ad esprimere suoni fedeli e pieni, estraendo la personalità di Riuros, creando così un suono ad alto impatto emotivo, ricco di dinamica e soprattutto comunicativo.

L’EP inizia con un crescendo ritmato di percussioni, trasmettendo quella sensazione tipica del tempo che sta per scadere, per essere improvvisamente travolti da un ingresso impetuoso della cornamusa: è appunto “Tempo” il brano dal sapore più contemporaneo dei 5 che compongono l’EP in un mix di neofolk, medievale, neomedievale e celtico ma dalla freschezza contemporanea.
Un album che vuole comunicare qualcosa di importante, ma soprattutto un sound pieno e totalmente nuovo in un ambito che apre a prospettive della band tutte da scoprire.

Web: http://www.riuros.com
Facebook: https://www.facebook.com/riuros
Instagram: @riurosband


Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *