Intervista ad Al Vox: “Il Giullare” è il suo nuovo singolo, un intenso brano che punta il focus sulla vita degli artisti

Ciao Al Vox, parlaci un po’ di te, racconta chi sei.

Sono un umile tributatore dell’arte. Un qualcosa che coltivo come una religione da molto tempo, forse fin da appena nato. La mia vita è stata dedita a questa pratica con molti sacrifici, chiaro. Sacrifici voluti da una società che riconosce poco il valore di chi fa questo mestiere, seppur sia vivere e fotografare il bello, e seppur l’arte sia insita nel mondo: se c’è un Dio e ha creato il mondo si sarà basato su proporzioni artistiche? Infatti poesia in greco vuol dire anche “creare”.

Ciò ha generato e genera disillusione che io ho raccolto nei temi dei miei testi. Pur specializzato nell’elettronica non ho mai etichettato un genere, ma un concetto, ovvero, “Musica della Psiche”. È importante che il disilluso non si senta solo.

Che significato ha il tuo nome d’arte?

Ha solo le mie iniziali e “Voce” in latino, ha solo il compito di fare da portavoce a ciò che scrivo. Sono uno o siamo due? Uno, nessuno e centomila!

Parlaci del tuo ultimo progetto discografico?
Non c’è un ultimo progetto. Continua la mia arte, continua tutto, tutto è un inizio, nulla ha una fine. Posso dirvi che ho tolto dalla disillusione “Il Giullare”, ma ne sto salvando altri… e altri.

Com’è stato il tuo approccio alla musica?

Immediato, appena ho pianto per respirare, la nota emessa ha fatto sorridere mia madre. Non ditemi che non è arte.

C’è qualcuno a cui ti ispiri quando scrivi/componi?

A me stesso per quanto la gente possa dire o ipotizzare. Certo, ho dei maestri, ma l’approccio è del tutto personale, anzi, inusuale.

Dedichi a qualcuno i tuoi brani?
A chi mi ama, A chi mi amerà e, soprattutto, a chi non mi ha mai amato. Sostanzialmente amo tutti

I tuoi progetti futuri? Cosa c’è in programma?

Come ho detto, ancora Salvezza e beh, i miei trent’anni li vorrò festeggiare con un bel disco! E non è tutto.

Contatti Social Artisti

Instagram
Facebook
Youtube
Spotify

In collaborazione con Agenzia stampa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here