Paola Effe, la giovane scommessa di Elektra Records, tra amori tormentati e nuove consapevolezze in “Cos’è che non va”, l’attesissimo singolo su tutte le piattaforme digitali

Grandi novità musicali nel 2021 di PAOLA EFFE: dopo l’incontro con l’Avv. Manager Angelo Calculli di MK3 (l’agenzia di management che cura, tra gli altri, gli interessi di Achille Lauro e Boss Doms) e la firma con Elektra Records/Warner Music Italy, la giovane cantautrice è pronta a dare una svolta alla sua carriera pubblicando oggi – venerdì 26 marzo – su tutte le piattaforme digitali COS’È CHE NON VA, il nuovo singolo prodotto da Biggie Paul e Murphy, con la direzione artistica di Danti.

Una storia vissuta tra le vie di Roma durante un freddo inverno: da qui la genesi di COS’È CHE NON VA, brano dalle marcate sonorità e tinte pop che scava nel tormento di una relazione instabile per portare alla luce nuove consapevolezze e lanciare un messaggio di ritrovata forza e determinazione: non abbiamo necessariamente bisogno di qualcuno al nostro fianco per sentirci migliori (ma non dovevamo non vederci più/ Roma centro, zero gradi, ancora tu/ Non m’ami ma mi chiami amore/ Non m’ami ma non so il tuo nome).

PAOLA EFFE sintetizza così il concept del brano: «in una relazione bisognerebbe sempre parlare delle cose che non vanno e imparare a non tenere tutto dentro: si incorre il rischio, altrimenti, di mettere in discussione il rapporto e perdere anche il fuoco su noi stessi. E per ritrovarci dobbiamo prima necessariamente scavare dentro di noi, guardarci in uno specchio e accettarci, senza sentirci più in difetto, la parte sbagliata della coppia».

Proprio l’elemento dello specchio e dei vetri, già presente nella copertina di COS’È CHE NON VA, compare metaforicamente a più riprese nel videoclip diretto da Giuseppe Marco Albano con protagonista la stessa Paola, a simboleggiare un percorso di ricerca interiore e un’avvenuta presa di coscienza. Qui i giochi di colore e i rapidi movimenti di macchina sanno esprimere efficacemente il tormento della ragazza, ma anche la sua forza e grinta: è rabbia interiore, per quel fortissimo sentimento che ha preso stomaco, testa e cuore.

Paola Ferrulli, in arte Paola Effe, nasce nel 1997 ad Altamura. Fin da bambina dimostra un talento innato per la musica e in particolare per il canto. Molto dotata e determinata, la sua carriera musicale comincia a soli 11 anni col suo debutto nel programma “Ti lascio una canzone”, su RAI 1 live dal Teatro Ariston di Sanremo, vincendone in gruppo l’edizione. Ben presto si trova a duettare con artisti del calibro di Al Bano, ha l’opportunità di aprire i concerti di artisti italiani, e di essere ospite di grandi eventi fra cui il “Festival show” in onda su RAI 2; il “Giffoni Film Festival”; il “Premio Gianni Ravera” sotto l’ala di Pippo Baudo e Carlo Conti, passando anche dal “Tour Radio Italia anni ‘60”, “Tour Radio Cuore” e l’“Expo 2015” a Milano. Nel 2012 pubblica il singolo Mille Scuse che si rivela un successo sia in Italia che all’estero, e nel 2014 pubblica l’ep Passo dopo Passo, di cui singolo di punta è il brano Dirtelo. Nel 2018 nasce il progetto Lunie da cui vengono alla luce due singoli: Quest’Amore Che C’è e Sospesi a Metà. Al contempo, attratta da più influenze sonore, inizia un percorso di studi al Conservatorio “E.R.Duni” di Matera completando gli studi con il massimo dei voti e conseguendo la laurea di I livello in canto jazz. Contestualmente, suona il pianoforte e la chitarra da autodidatta. Nel 2020 l’incontro con l’Avv. Manager Angelo Calculli segna una svolta per la sua carriera, da Lunie diventa Paola Effe e firma con Warner Music Italy.

In collaborazione con Agenzia stampa

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here