Roma incontra il mondo, torna l’estate targata Arci a Villa Ada

Roma – Programma ricchissimo di eventi per la 24esima edizione di ‘Villa Ada Roma incontra il mondo-Villaggi possibili’ che torna anche quest’anno ad animare l’estate romana con 41 giorni di spettacoli dal vivo, teatro e impegno sociale in programma tutte le sere fino al 14 agosto al laghetto di Villa Ada con la direzione artistica di Arci Roma.

Un cartellone musicale selezionato tra i piu’ apprezzati nomi della scena musicale italiana ed internazionale e un programma variegato e multidisciplinare che mette al centro una cultura accessibile e aderente alle logiche del no profit. Questo lo spirito che animera’ la rassegna, presentata stamattina a Cappella Orsini a Roma, a partire dal tema ‘Villaggi possibili’, concetto ibrido tra la societa’ aperta di Karl Popper e il villaggio globale di Marshall McLuhan.

Un villaggio che esiste in virtu’ della cooperazione fra le persone che lo popolano. “Siamo contenti che nonostante le difficolta’, soprattutto burocratiche, siamo riusciti a partire. L’Arci e’ ancora con voi, nella citta’- dichiara il presidente di Arci Roma Simona Sinopoli-. A Roma e provincia abbiamo 70.000 soci, circa 70 circoli in citta’, siamo sul territorio e ce ne prendiamo cura, facendo cultura e socialita’. Oggi nella nostra citta’ viviamo una crisi culturale strutturale- prosegue-. Noi crediamo che la cultura debba essere un volano per uscire dalla crisi, non a parole ma facendo cultura. Cultura popolare e di massa come popolare e di massa e’ la nostra associazione. Villa Ada sara’ un momento di cultura, solidarieta’ e accoglienza”. Roma incontra il mondo, quindi, per essere incrocio e riferimento per i cittadini del mondo e le loro culture, sette giorni su sette, dal pomeriggio a tarda notte, con concerti performance, dibattiti e degustazioni, campus estivi e workshop. E con il D’ADA Park, area ad accesso libero dedicata a mostre, musica live e reading, e numerosi spettacoli teatrali, novita’ assoluta di quest’anno.

Partito il 3 luglio con i Suicidal Tendencies e il 4 con il folk rock di Ani DiFranco, il festival proseguira’ stasera con la band Sun Ra Arkestra diretta da Marshall Allen, braccio destro del leggendario jazzista Sun Ra, che fondo’ il gruppo negli anni ’50. Il 7 luglio sara’ la volta de La Batteria, mentre l’8 serata dedicata al rap italiano con ‘This is rap’. Gold Old Boys, Lucci Brokenspeakers, Colle Der Fomento, Baro, Dj Ceffo BrokenSpeakers sono solo alcuni dei nomi che si alterneranno sul palco. Il 10 luglio gran ritorno in Italia di God Is An Astronaut, acclamata band post rock irlandese che il 12 cedera’ il posto a One Dimensional Man, mentre ai Baustelle, reduci dal successo del loro settimo album, ‘L’amore e la violenza’, e’ dedicata la serata del 13.

E ancora, l’autorevole ambasciatore della cultura africana Femi Kuti, che scaldera’ la notte del 14, Thalassa W/Futuro antico il 15, Ky-mani Marley il 16, Mezzosangue il 20 e Luciano Massenjah il 24. Il 25 si torna all’indie autoctono con Motta, per passare il 26 al punk atipico dei Wire, che spegneranno la quarantesima candelina presentando al pubblico romano l’ultimo disco ‘Silver/Lead’. Il 28 luglio, in chiusura di mese, Radio rock, storica radio romana, festeggera’ il suo 33esimo compleanno, mentre il 30 sara’ sul palco l’Orchestraccia, che dara’ il via ad un meta’ agosto altrettanto ricca. A inizio mese suoneranno i Fast Animals And Slow Kids, seguiti il 2 da The Heliocentrics, il 3 da Nada, il 4 dalla Dark Polo Gang, il 5 dagli Otto Ohm, il 9 dalla techno di Von Oswald e Atkins e il 10 da Il Muro Del Canto. Tanti i nomi ancora da confermare.

Ad aprire il cartellone teatrale Antonio Rezza e Flavia Mastrella con una doppia data: il 19 luglio con ‘Fratto-X’ e il 27 con ‘Anelante’. Il 23 luglio va in scena l’ultimo successo di Marco Travaglio ‘Slurp Lecchini, cortigiani & penne alla bava al servizio dei potenti che ci hanno rovinati’, con l’attrice Giorgia Salari e la regia di Valerio Binasco. Chiudono il mese il 31 Paolo Rossi, Emanuele Dell’Aquila e Alex Orciari con ‘L’improvvisatore, da dove nascono i comici’, tra l’autobiografia teatrale del mattatore milanese e il manuale sulla professione di comico. In scena a Villa Ada anche Sabina Guzzanti, che il 7 agosto proporra’ al pubblico la versione estiva del suo ultimo lavoro ‘Come venimmo fuori, proiezioni dal futuro’.

Ad animare l’area D’Ada Park ad accesso gratuito, il mercatino dell’artigianato, incontri con scrittori, presentazioni di libri, talk e i concerti al Tramonto sul Lago, con band della scena locale. Non solo musica e letteratura. Protagoniste del festival saranno anche le arti visive, con un percorso per adulti e bambini, organizzato dal collettivo di architettura Sinestetica, e mostre temporanee. Accanto al programma culturale sara’ possibile assaggiare le proposte culinarie dello chef del Tordomatto Adriano Baldassarre con la sua Trattoria Temporanea, i fritti di Pastella, lo street food e i vini offerti dal Sori’, i prodotti biologici certificati di Cu.cu cucina e cultura e la proposta di pizza affidata a Stefano Callegari, l’inventore del Trapizzino.

“Villa Ada vuole offrire un cartellone di qualita’, ma anche promuovere stili di vita piu’ sostenibili- spiega Andrea Marziano, direttore artistico del festival che ama definirsi coordinatore per sottolineare il lavoro collettivo-. Da qui i Villaggi possibili, che propongono le buone pratiche. Abbiamo rinunciato a chiedere contributi pubblici per Villa Ada- aggiunge- ma vorremmo avere una maggiore certezza amministrativa. Siamo contenti di avere una triennalita’ da progettare, ma c’e’ da dire che abbiamo una concorrenza anche da parte delle partecipate del Comune stesso. E poi il bando ‘Estate romana’, che abbiamo vinto, e’ uscito a maggio, in ritardo, per questo ancora siamo insicuri della partecipazione di alcuni nomi. Nonostante le difficolta’- conclude- riusciremo a garantire la massima accessibilita’ e i prezzi dei biglietti dei concerti non supereranno i 20 euro”.

Let’s block ads! (Why?)

Continua a leggere Dire.it

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here