Il Fiume intervista in esclusiva alla band scopriamo chi sono

Diamo il benvenuto a Il Fiume su musicisti emergenti. Ecco come è la formazione della band:
Luke: batteria
Matt: basso
Roin: chitarra/voce

Ecco una breve biografia:

Pur provenendo da diverse esperienze musicali – come il Rock, l’Heavy Metal e la Cover Experience – Roberto Marchisella (voce e chitarra), Luca Salvatori (batteria) e Matteo Andriolo (basso) hanno trovato una sinergia grazie alla quale, fondendo suoni e ritmi, riescono a creare pezzi inediti di notevole impatto.
Lo strumento musica, nuovamente protagonista come espressione interiore dell’artista, con la semplicità e l’energia che contraddistinguono il genere musicale.

Iniziamo subito con le domande.

Parlateci un pò di voi. Quando avete iniziato a fare musica?

Non nasco compositore e non sono figlio d’arte; ho iniziato tardi a comporre seriamente. Ho dovuto fare un lungo lavoro su me stesso, un cambiamento, per riuscire a imparare ed esprimere in rima ciò che sentivo.
Ho impugnato la mia prima chitarra elettrica a 13 anni, strumento che mi ha permesso di avvicinarmi alla musica.
La vera svolta avviene molti anni dopo, quando attraverso il mio percorso interiore, imposto la chitarra mancina, mia mano naturale, aprendomi al mondo della creatività musicale e melodica.
Da li un susseguirsi di collaborazioni con grandi musicisti “fantasma”, come me artisti “di periferia”, abili e creativi, che tra lavoro e problemi quotidiani, hanno permesso e permettono tutt’ora, ad un progetto inedito e privo di spinte dall’alto, di vivere e di esistere, interpretando al meglio quello che è lo spirito de Il Fiume.

Quali argomenti trattate nei vostri testi?

cerchiamo di esprimere qualcosa che scaturisce da dentro, dalla sorgente, puro; parliamo della vita, delle emozioni, di quello che direttamente, e non, ci sensibilizza.

Quando è nata la band?

Il Fiume nasce nella primavera del 2013 con l’intento di proporre un suono istintivo, potente e d’impatto, ispirato dalle sonorità anni 90.
Il fiume è vita, purezza, forza distruttiva, rispetto, sacralità, calma.
Tutto questo rispecchia lo spirito della band, che con le sue sonorità sporche e melodiche, distorsione, rotondità e pienezza dei suoni, rappresenta un’epoca di stravolgimenti spesso in disarmonia con i cicli naturali.

Raccontateci il ricordo più bello della vostra carriera

Tra le emozioni più belle c’è certamente quella di dare vita alle canzoni.
Trasformare ciò che era, a volte solo uno sfumato disegno nella mente, in qualcosa di concreto, luminoso, emozionante, vivo, grazie alla tenacia e all’impegno di tutti i musicisti nell’interpretare le proprie parti.

L’empatia generata con il pubblico, quando attraversati dalle note, dai testi, si lasciano trasportare nel proprio viaggio emozionale interiore.

Che rapporto avete con i social network? Come possono rimanere in contatto i vostri fan con voi?

Siamo molto attivi su facebook, la pagina contiene molto materiale sul gruppo, foto, video, testi, e il collegamento al bandcamp.
E’ un po il riflesso dello spirito della band e viene spesso aggiornata

Progetti per il futuro?

In questi giorni siamo tornati in studio di registrazione per incidere un nuovo singolo. Siamo cresciuti molto.
Il brano si intitola Entità e fa parte di un nuovo gruppo di canzoni alle quali abbiamo e stiamo lavorando, con sonorità più tendenti al dark ma senza tralasciare la potenza che ci contraddistingue.

Ecco come contattare Il Fiume
Email ufficiale: ilfiume@outlook.com
Facebook: https://www.facebook.com/IlFiume.Rock.Milano/
Twitter: https://twitter.com/IlFiumeRock

Ringraziamo Il Fiume per l’intervista.

Guarda la classifica dei Musicisti Emergenti

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here