Fantasmi – Pico Video ufficiale

Dal 16 Aprile 2017 fino al 30 aprile 2017 è possibile votare le canzoni per la Playlisti di Musicisti Emergenti di Maggio. Per votare è semplicissimo basta mettere cliccare sulle stelle. Vincerà chi ha più voti.

Fantasmi – Pico Video ufficiale. Ricordo che è possibile votare ogni giorno.

Partecipa nella categoria: Solista
Genere:  Rap

Fantasmi – Pico VOTALA OGNI GIORNO PER FARLA ENTRARE NELLA PLAYLIST!!

Giorno di merda?
Storia bella quanto dannata
Inganno il tempo mentre fuori suona la campana
Il crepuscolo degli incubi
Mi richiama
Il pulviscolo di polvere
Che si inala

E non mi calmo se non cambia questa giornata
E non ci penso solo se passa la nottata
Chiudo gli occhi e spero prima di addormentarmi
Che domani non saranno loro a svegliarmi

I fantasmi vogliono coccolarti
Sono subdoli che sanno controllarti
Ridere in un trip senza mai più pianti
Mentre loro sono fermi lì ad aspettarti

Come faccio a scappare da ‘ste catene
Nello stomaco farfalle mangiate da iene
Nella testa solo merda scusi brigadiere
Ho fumato troppo, si
Ma mi lasci andare

Litgare con il mondo mi sembra normale
Hai presente le giornate in cui va sempre male
Io in quei giorni ho smesso di elaborare
Per dare spazio a questa merda perché la so fare

Quella pressa sopra al cuore che ora scoppia
La tua lei che non ti chiama che si fotta

Dentro l’uomo avviene l’ennesima lotta
Capitano arriva una tempesta cambi rotta

Questa musica per me è solo un ripiego
Uno sfogo personale del mio ego
Quando resto freddo in mezzo al niente non lo nego
Che sono debole ed il malessere è cieco

Che parli a fare te
Pensi di sapere tutto
Sai quante volte le mie urla toccano il soffitto
Quante volte questo cielo mi ha sconfitto
Sai quattro cazzate e pensi di averne il diritto

Pioggia
Lava tutta la tristezza

Lampo
Proteggimi da sta merda

Tuono
Abbatti ogni sistema
Che questo mondo ha costruito da tempo nella mia testa

Questo sangue in bocca sembra acqua fresca
Scrivere sola risorsa dell’artista
Ecco perché ogni minuto fumo un altra mista
Guardo l’orizzonte spero che tutto sparisca

Ho iniziato perché c’ho cose da dire
Cose che vedi ma non riesci ad accettare
Un giorno apri gli occhi e scopri che non c’è più tuo padre
E l’unico colpevole non si vuol mostrare

Quanto tempo resto fermo ad aspettare
Tra sti palazzi alti che io chiamo case
Questa strada è chiusa non si può passare
Ma oltre questa via ti giuro non so dove andare

Belli i sorrisi degli amici
Sono semplici bada a quello che dici

Perché un sorriso può diventare rabbia in un attimo
Il silenzio nelle cuffie mentre io mi scarico

Vedi qua il problema è che quando cresci capisci
Questa gente resta muta come i pesci

Guardo intorno a me vedo tutte queste mani
E ti rendi conto che sono le mani degli infami

Ipocrisia ridicola che questo mondo infetta
Attrazione di due corpi si chiama magnetica
È quando prendi ste teorie e le trasformi in scienza
Che nasce il raggio della morte fra il raggio di tesla

Sono andato di testa
Poco m’interessa
Fino a quando scrivo
La coscienza non mi stressa

E anche se la reprimo
Poi lei cade depressa
Vedi non pensare è come fare una scommessa

E forse ho scritto tutto questo per distrarmi
Cercare un modo si per non impanicarmi

Sta vita è una guerra e ho riposto le mie armi
Verrò selezionato fuori ma non sono darwin

La musica solita stronza che vuole impicciarsi

Vuole vendicarmi

Vuole dimostrarti

Che se ti serve saprai sempre dove trovarmi

In bilico tra il successo e i mendicanti.

Facebook:  https://www.facebook.com/LIpico/
Twitter:
Sito web: Giorno di merda?
Storia bella quanto dannata
Inganno il tempo mentre fuori suona la campana
Il crepuscolo degli incubi
Mi richiama
Il pulviscolo di polvere
Che si inala

E non mi calmo se non cambia questa giornata
E non ci penso solo se passa la nottata
Chiudo gli occhi e spero prima di addormentarmi
Che domani non saranno loro a svegliarmi

I fantasmi vogliono coccolarti
Sono subdoli che sanno controllarti
Ridere in un trip senza mai più pianti
Mentre loro sono fermi lì ad aspettarti

Come faccio a scappare da ‘ste catene
Nello stomaco farfalle mangiate da iene
Nella testa solo merda scusi brigadiere
Ho fumato troppo, si
Ma mi lasci andare

Litgare con il mondo mi sembra normale
Hai presente le giornate in cui va sempre male
Io in quei giorni ho smesso di elaborare
Per dare spazio a questa merda perché la so fare

Quella pressa sopra al cuore che ora scoppia
La tua lei che non ti chiama che si fotta

Dentro l’uomo avviene l’ennesima lotta
Capitano arriva una tempesta cambi rotta

Questa musica per me è solo un ripiego
Uno sfogo personale del mio ego
Quando resto freddo in mezzo al niente non lo nego
Che sono debole ed il malessere è cieco

Che parli a fare te
Pensi di sapere tutto
Sai quante volte le mie urla toccano il soffitto
Quante volte questo cielo mi ha sconfitto
Sai quattro cazzate e pensi di averne il diritto

Pioggia
Lava tutta la tristezza

Lampo
Proteggimi da sta merda

Tuono
Abbatti ogni sistema
Che questo mondo ha costruito da tempo nella mia testa

Questo sangue in bocca sembra acqua fresca
Scrivere sola risorsa dell’artista
Ecco perché ogni minuto fumo un altra mista
Guardo l’orizzonte spero che tutto sparisca

Ho iniziato perché c’ho cose da dire
Cose che vedi ma non riesci ad accettare
Un giorno apri gli occhi e scopri che non c’è più tuo padre
E l’unico colpevole non si vuol mostrare

Quanto tempo resto fermo ad aspettare
Tra sti palazzi alti che io chiamo case
Questa strada è chiusa non si può passare
Ma oltre questa via ti giuro non so dove andare

Belli i sorrisi degli amici
Sono semplici bada a quello che dici

Perché un sorriso può diventare rabbia in un attimo
Il silenzio nelle cuffie mentre io mi scarico

Vedi qua il problema è che quando cresci capisci
Questa gente resta muta come i pesci

Guardo intorno a me vedo tutte queste mani
E ti rendi conto che sono le mani degli infami

Ipocrisia ridicola che questo mondo infetta
Attrazione di due corpi si chiama magnetica
È quando prendi ste teorie e le trasformi in scienza
Che nasce il raggio della morte fra il raggio di tesla

Sono andato di testa
Poco m’interessa
Fino a quando scrivo
La coscienza non mi stressa

E anche se la reprimo
Poi lei cade depressa
Vedi non pensare è come fare una scommessa

E forse ho scritto tutto questo per distrarmi
Cercare un modo si per non impanicarmi

Sta vita è una guerra e ho riposto le mie armi
Verrò selezionato fuori ma non sono darwin

La musica solita stronza che vuole impicciarsi

Vuole vendicarmi

Vuole dimostrarti

Che se ti serve saprai sempre dove trovarmi

In bilico tra il successo e i mendicanti.

VOTALA OGNI GIORNO PER FARLA ENTRARE NELLA PLAYLIST!!

Guarda la Classifica dei Musicisti Emergenti

CONDIVIDI

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here